BLOG

Nel rispetto delle norme vigenti per contrastare il COVID 19, l’ingresso agli incontri sarà consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili in sala (sala teatrale massimo 200 persone, sala Bottesini massimo 50 persone).

L’accesso sarà garantito alle prime persone che si presenteranno all’ingresso, in ordine di arrivo.

Non è prevista una prenotazione (trannme che per le degustazioni della domenica 11 ottobre) e sarà necessario arrivare un pò prima dell’inizio dei singoli incontri per poter permettere di attuare tutte le misure previste dalla normatuiva vigente.

Verranno registrati nome, cognome e numero di telefono dei presenti, verrà rilevata la temperatura corporea e sarà obbligatorio indossare correttamente la mascherina e igienizzarsi le mani.

Durante gli incontri sarà richiesto di mantenere la mascherina indossata.

Le entrate alle sale saranno diversificate rispetto alle uscite e le sale verranno sanificate dopo ogni incontro.

Per ogni necessità lo staff della manifestazione è a completa disposizione.

InGalera, un’esperienza da provare…

26 Giugno 2020 | di Silva Polleri

i mondi di carta - Silva Polleri

Nel 2004 nasce presso La Casa di Reclusione di Milano Bollate la cooperativa sociale ONLUS abc la sapienza in tavola, primo catering di qualità operante dall’interno di una Casa di Reclusione con il servizio effettuato da detenuti ammessi al lavoro all’esterno del carcere; a dispetto dell’immaginario, la divisa è quella elegantissima del cameriere di casa. Livrea bianca con bottoni oro. Gli eventi di alto profilo sia per la qualità delle portate che negli allestimenti sono l’orgoglio e la dimostrazione che il lavoro sociale può e deve essere qualificato. Da sempre la coop. è integrata nel progetto della II Casa di Reclusione di Milano Bollate che, attraverso percorsi di inserimento lavorativo e nell’applicazione delle misure alternative alla carcerazione ha un tasso di recidiva inferiore al 17% contro una media nazionale del 70%.

Nel 2012 ABC propone e sostiene con una raccolta fondi iniziale “Adotta un allievo alla Scuola alberghiera” l’ingresso della sezione carceraria dell’ISTITUTO ALBERGHIERO PAOLO FRISI per offrire il conseguimento di un diploma quinquennale ed ampliare le possibilità di reinserimento dei detenuti. Nel 2017 il conseguimento delle prime maturità nel settore alberghiero presso la Casa di Reclusione.

Nel 2014 con orgoglio ABC amplia ulteriormente l’offerta di posti di lavoro verso i detenuti assumendo 2 persone in più a tempo pieno per gestire il Chiosco chiamato “BAR LADENTRO”, presso l’Area Colloqui detenuti-parenti: in estate in un’area verde dedicata, con tavolini, ombrelloni e giochi per bambini mentre in inverno all’interno delle sale colloqui nel tentativo di rendere la visita carceraria un’esperienza più vivibile per i familiari, gli amici e per gli stessi detenuti.

Nel 2015, il sogno di ABC si avvera: Per la prima volta in Italia e nel mondo, nasce “InGalera, il ristorante del Carcere più stellato d’Italia”, con cuochi e camerieri detenuti per accogliere clienti esterni. Il progetto dedicato all’incontro della città con il “mondo” Carcere è ora possibile. Questo il benvenuto scritto nel menu: Perché proprio qui? Da molti anni lavoriamo insieme a persone che per cause differenti si trovano in esecuzione di pena detentiva; ognuno di loro uscirà e la nostra, la loro ambizione, è tornare nella società con la “patente” e la dignità del cittadino che rispetta le regole. Nel tempo abbiamo imparato che la recidiva diminuisce straordinariamente quando il Carcere favorisce occasioni di formazioni professionali ed occupazioni di lavoro vero, quello che trasmette la “cultura del lavoro”, fatta di professionalità, di fatica ed orgoglio nel quotidiano perché, pur detenuti, si contribuisce a mantenere la famiglia.

Questa la nostra storia, una continua costante sfida per sottolineare che la dignità della persona, la fatica nel rispetto delle regole si conquista giorno per giorno, consapevoli che la società è ancora intrisa di pregiudizi.

Per questo abbiamo accolto con entusiasmo la richiesta di partecipazione quale catering al Festival de I mondi di Carta 2019, un’ulteriore occasione per poter dimostrare che chi è sottoposto all’espiazione di pena è innanzitutto Persona. Un onore l’accoglienza calorosa nella meravigliosa residenza della Città di Crema e la speranza che sempre di più occasioni come questa, consolidino il principio che “il detenuto non è un reato che cammina”.

www.cateringabc.it

www.ingalera.it

 

Alcune immagini della cena a IMONDIDICARTA 2019

              

PATROCINI

sponsor tecnici