Programma Edizione 2018

Mercoledì 10 Ottobre 2018

Mercoledì 10 Ottobre 2018

Banchetto Rinascimentale

Ricostruzione storica di un banchetto del 1526

Correva l’anno 1526 quando l’11 di febraro il capitano generale de la fanteria, fatto dai Venitiani, Malatesta Baglioni Perossino fece una solenne festa et cena a quale invitate furono tute le nobili donne di Crema cum li loro mariti et molte forestiere………Il Potesta cum tutta la corte, il Camarlengo, il conte Giovan Boromeo, la sig.Ludovica Landriana contessa di Pandino, il conte Alberto Scotto capitano di gente d’arme de Venitiani, tre capitani spagnoli che erano ala custodia di Soncino, ……che al numero di ottanta tutti ascendevano. Nel assetarsi tanto strepito di pifferi e trombe……Dodici vasi dorati furono prima portati pieni di braggie ………nel latro un agnelo sacrificato sopra l’altare…..poi furon portate queste vivande, cinque sorte per posta a 14 piatti per sorte, che erano ogni volta piatti 70”

Così descrive lo storico Pietro Terni il sontuoso banchetto in onore di Malatesta Baglioni Perossino, ricordato per la sua eccezionalità nella storiografia locale, dilungandosi poi nella descrizione dei 1438 piatti, suddivisi fra 788 di grasso e 650 di magro, che svariavano fra Marzapani e Fugazzette, Pernise e Pipioni, Fasani e Anidre, Pavoni e Caponi, Lamprede e Trotte, Sardoni e Anguille, insomma un banchetto degno dell’alto lignaccio dei personaggi e del ruolo di primo piano che la città di Crema aveva conquistato presso la repubblica veneta.

I soci de I Mondi di Carta sono rimasti affascinati da questa descrizione storica ed intrigati dall’idea di poter, almeno parzialmente, riprodurre il banchetto rinascimentale.

La cena sarà dedicata a circa 100 persone, con personale di servizio vestito come era d’uso all’epoca, un gruppo di menestrelli e suonatori, mangiafuoco e giocolieri, arredi il più possibile intonati per la sontuosità dell’occasione, sei cuochi patron di altrettanti ristoranti locali, sotto la guida di Stefano Fagioli della trattoria Via Vai, che prepareranno diverse portate secondo ricette che sono state scelte fra quelle indicate nel documento dell’epoca.  Tra le portate possiamo citare Testina e lingua in salsa verde, Fagiano in carpione, Ravioli con la grassa di vitello, Torta alle erbe,  Pasticcio di carne con fichi secchi, Ravioli quaresimali fritti, e altre in fase di definizione…

 

Ristoratori coinvolti:

Trattoria Via Vai – Stefano Fagioli

Ristorante Il Ridottino – Carlo Alberto Vailati

Ristorante Bistek – Antonio Bonetti

Trattoria Quin – Chicca Coroneo

Trattoria Tre Rose – Luciano Albertini

Hostaria San Carlo  – Sergio Brambini

 

ECCO IL MENU’

Galantina d’anguilla – Trattoria Via Vai

Sarde in aceto Ristorante Il Ridottino

Torta d’erbe – Ristorante Quin

Lingua e testina in salsa verde – Trattoria Tre Rose

Polpette di vitello e mostarda di mele cotogne – Ristonate Bistek

Pasticcio di carne e fichi secchi – Hostaria San Carlo

Sformato di cervella e bietole rosse – Trattoria Via Vai

Ravioli di carne di vitello – Ristorante Quin

Trota in brodo con le sue uova – Ristorante Il Ridottino

Tortelli quaresimali di mele cotogne e fagioli – Ristorante Bistek

Lumache con i piselli – Hostaria San Carlo

Fagiano in carpione – Trattoria Tre Rose

Torta Elvezia – Pasticceria Dossena

I prodotti utilizzati per la preparazione dei piatti sono stati gentilmente offerti dal punto vendita CONAD di Offanengo e fanno parte della linea di prodotti SAPORI E DINTORNI.

 

ECCO I VINI

Terres des Amoureuses Dandy Black
Dal colore nero velluto, al naso presenta profumi di mentolo fresco, frutta matura
nera, con aromi di mora, mirtillo e liquore di ribes nero. Al palato è morbido, dolce,
con sentori di frutti neri e polvere di cacao.
Assemblaggio di uve Grenache e Syrah, vinificato in acciaio. La raccolta viene
eseguita meccanicamente, dopo un attento monitoraggio attraverso campionature
ed analisi su ogni parcella; il trasporto avviene in piccoli rimorchi con separazione
del liquido, raffreddati e protetti dall’ossidazione grazie al ghiaccio secco. La
fermentazione alcolica viene eseguita con lieviti selezionati naturali e non viene
effettuata la fermentazione malolattica per preservare l’acidità naturale.
Terres des Amoureuses All White
Dal colore giallo paglierino dorato, al naso è fine, complesso, floreale e fruttato con
aromi di agrumi freschi, bergamotto, spezie e vaniglia. Al palato è fresco, fragrante,
con note di vaniglia.
La raccolta viene eseguita meccanicamente, dopo un attento monitoraggio
attraverso campionature ed analisi su ogni parcella; il trasporto avviene in piccoli
rimorchi con separazione del liquido, raffreddati e protetti dall’ossidazione grazie al
ghiaccio secco. Segue la macerazione pellicolare a freddo e la fermentazione
alcolica con lieviti selezionati naturali. Non viene effettua la fermentazione
malolattica per preservare l’acidità naturale.

 

L’accompagnamento musicale ed artistico sarà curato da “Le Dame Viscontee” di Pandino.

 

Il ricavato della cena andrà in beneficienza a due realtà cremasche che operano nel sociale.

Il costo della serata è di € 100.00 (cento/00) da saldare al momento della cena o con un bonifico anticipato.

Prenotazione obbligatoria: info@imondidicarta.it

Si ringrazia

 

                  

                       

 

 

 

i mondi di carta | Banchetto Rinascimentale
Giovedì
20
settembre 2018
guarda gli eventi
Sabato
6
Ottobre 2018
guarda gli eventi
Lunedì
8
Ottobre 2018
guarda gli eventi
Mercoledì
10
Ottobre 2018
guarda gli eventi
Venerdì
12
Ottobre 2018
guarda gli eventi
Sabato
13
Ottobre 2018
guarda gli eventi
Domenica
14
Ottobre 2018
guarda gli eventi
Domenica
21
Ottobre 2018
guarda gli eventi

PATROCINI

sponsor tecnici

the_title();
the_title();
the_title();
the_title();
the_title();
the_title();
the_title();
the_title();
the_title();
the_title();