OSPITI Edizione 2021

Monica Antonelli

Monica Antonelli, in arte Monimix

Da anni operativa nel mondo della moda e della ritrattistica, ho lavorato per clienti importanti nel campo della moda, come Brunello Cucinelli, e per Mondadori nel campo dell’editoria.
Nasco da autodidatta, studiando i lavori dei grandi Maestri della Fotografia e seguendo i fotografi contemporanei, online.
Per alcuni anni lavoro tra Crema (la cittadina in cui sono nata e vivo tutt’ora) e Milano. Poi per necessità, anche se a malincuore, lascio il mio studio cremasco in favore di Milano. La metropoli non diventerà la mia sede operativa fissa, ma è qui dove mi sposto per la maggior parte dei lavori che mi vengono commissionati.

A fianco della parte commerciale del mio lavoro corre la ricerca artistica che mi ha portata negli anni a realizzare alcuni progetti fotografici. L’ultimo in ordine di tempo, e che è attualmente in corso è il progetto “Donne di Crema” basato sul ritratto femminile, tematica protagonista da alcuni anni dei miei studi.
La mia intenzione è quella di indagare gli aspetti psicologici che ruotano attorno a questo tipo di fotografia per poter capire la soluzione migliore per far sentire la persona che ho davanti, a suo agio, per poter ottenere il ritratto perfetto. Fermamente convinta che il ritratto perfetto possa nascere solo dalla sinergia ed empatia dei due soggetti coinvolti, sono sempre attenta ad ascoltare la persona che ho davanti al mio obiettivo, le sue esigenze, i suoi timori per poterla aiutare a vivere al meglio la sessione fotografica.

Per me la fotografia è prima di tutto comunicazione. Molto spesso si guarda alla fotografia come ad un puro esercizio estetico, ma vi è molto di più dietro. Dietro una fotografia c’è un mondo da scoprire fatto di significati e di storie da raccontare.
E’ per questo motivo che attraverso le mie immagini cerco sempre di comunicare un messaggio all’osservatore. Molti dei miei progetti nascono proprio da qui, dalla voglia di raccontare una storia.

“Donne di Crema” si basa proprio sulla voglia di raccontare la donna della società odierna. Molto spesso si parla di donne come vittime, nella cronaca quotidiana, o di donne come personaggi di spicco nel lavoro, nello sport, nella cultura.
Io volevo raccontare le donne comuni, nella loro straordinarietà di ogni giorno. Donne che danno il loro contributo alla società a livello umano oltre che professionale e molte volte restano nell’ombra. Con questo progetto voglio dare voce ai loro pensieri, alle loro emozioni, alle loro sconfitte e alle loro vittorie, perché ogni storia ha il diritto di essere raccontata.
Grazie a questo progetto ho scoperto un tessuto di storie incredibili, alcune positive e tante drammatiche, ma sempre raccontate con il sorriso di chi ce l’ha fatta.

Monica Antonelli

PATROCINI

sponsor tecnici